PATENT BOX: CHE COS’È E CHI PUÒ USUFRUIRNE?

PATENT BOX: CHE COS’È E CHI PUÒ USUFRUIRNE?

ATTENZIONE: a seguito della recente manovra (DECRETO-LEGGE 24 aprile 2017 , n. 50), si comunica che, per le opzioni esercitate nel 2017, i Marchi commerciali sono stati esclusi dall’agevolazione “PATENT BOX”. Tale esclusione non opera invece per le opzioni esercitate nel 2015 e nel 2016, per le quali continuerà a farsi riferimento alla precedente disciplina, ferma restando l’impossibilità di prorogare la validità del regime opzionale oltre il primo quinquennio (ossia 2020/2021). Per ulteriori correttivi apportati alla disciplina “PATETN BOX” Vi invitiamo a consultare il Vostro commercialista.”

Ricordiamo che per “Patent Box” si intende:
un regime opzionale di tassazione per i redditi derivanti dall’utilizzo di opere dell’ingegno, di brevetti industriali, di marchi, di disegni e modelli, nonché di processi, formule e informazioni relativi ad esperienze acquisite nel campo industriale, commerciale o scientifico giuridicamente tutelabili (…). L’opzione deve essere esercitata nella dichiarazione dei redditi relativa al primo periodo d’imposta per il quale si intende optare per la stessa, è valida per cinque periodi di imposta, è irrevocabile e rinnovabile.

Può usufruire del Patent Box chiunque sia titolare di un reddito di impresa, ossia:

  • ditte individuali;
  • società per azioni, S.r.l., società di mutua assicurazione e società cooperative, che abbiano la sede in Italia;
  • enti pubblici e privati con sede in Italia;
  • enti commerciali e non (limitatamente all’attività commerciale esercitata);
  • società in nome collettivo e in accomandita semplice;
  • organizzazioni stabili (purché vi sia scambio effettivo di informazioni e limitatamente ai beni immateriali attribuiti).

Non possono usufruire del Patent Box:

  • le società in fallimento e in liquidazione coatta;
  • le attività di grandi dimensioni in amministrazione straordinaria (a meno che questa non sia finalizzata a proseguire poi la produzione).
  • i lavoratori autonomi e coloro che determinano il reddito di impresa con tecniche forfettarie.

Il Patent Box ha per oggetto “beni immateriali” quali:

  • software protetto da copyright;
  • brevetti industriali, sia concessi sia in corso di concessione;
  • brevetti per invenzione;
  • brevetti per modello d’utilità;
  • brevetti per nuove varietà vegetali e topografie di prodotti a semiconduttori;
  • marchi di impresa;
  • disegni e modelli ornamentali;
  • Know How, informazioni aziendali ed esperienze tecnico-industriali, comprese quelle commerciali o scientifiche proteggibili come informazioni segrete, giuridicamente tutelabili.

Chi intende usufruire del Patent Box può essere titolare di tali beni o anche averli in concessione, a condizione che ne abbia una disponibilità tale da produrre reddito.

Come chiarito nella risoluzione 81/E del 27 Settembre 2016, l’opzione per il Patent Box è ammissibile anche per i marchi in corso di registrazione e con procedimenti di opposizione ancora pendenti.

Le condizioni per usufruire del Patent Box sono:

  • il diritto allo sfruttamento economico di un bene immateriale;
  • il sostenimento di spese per sviluppo e mantenimento del bene immateriale.

Cit. Marchi e Brevetti Web