Violato il marchio “Nutella” in USA

Violato il marchio “Nutella” in USA

23 Febbraio 2015

Violato il marchio “Nutella” in USA 

La Ferrero ha convenuto dinanzi alla Corte Distrettuale degli Stati Uniti, nel distretto orientale di New York, la società GCAS di Brooklyn per concorrenza sleale e per violazione dei diritti di privativa industriale sul marchio Nutella.

La GCAS si avvaleva del marchio Nutelleria per promuovere la sua caffetteria e i suoi prodotti a base di cacao e Nutella. L’azienda usava inoltre i domini www.nutelleriany.com e www.nutelleriamia.com nonché i propri profili su diversi social network sotto il medesimo nome.

A seguito di una contestazione stragiudiziale, La Ferrero pensava di essere giunta ad un accordo e che la disputa si fosse pacificamente risolta in via stragiudiziale.

Ma la GCAS, in fase di trattativa, modificava la denominazione Nutelleria in Nuteria per contraddistinguere la sua caffetteria e il dominio www.nuteriany.com per il suo sito web; l’azienda statunitense avviava comunque l’attività sotto quest’ultimo nome, senza avvisare i consulenti della Ferrero, ritenendo che la questione fosse definita.

Peraltro, la GCAS pare abbia comunque continuato ad utilizzare anche i precedenti nomi a dominio www.nutelleriany.com e www.nutelleriamia.com per promuovere i suoi prodotti e la caffetteria. Infatti, quando i consumatori digitavano la parola “nutelleria” sul browser di ricerca, venivano automaticamente reindirizzati sul sito www.nuteriany.com.

Gli avvocati della Ferrero sostenevano che tale condotta desse origine a un rischio confusione e di errore per i consumatori (i quali possono essere erroneamente indotti a ritenere che la caffetteria della GCAS operi in connessione o sotto una licenza della Ferrero).

Si tenga presente che se non è possibile vantare una privativa industriale sulla radice “nut” in quanto si tratta di una parola di uso comune (il significato del termine in inglese è infatti “nocciola” o “noce”), il resto della parola “elleria” riporta alla mente del consumatore effettivamente il marchio Nutella.

Si deve considerare peraltro che in Italia il suffisso “ria” è tipicamente usato per identificare un punto vendita, si pensi a “macelleria”, “panetteria”, “merceria”, ecc; quindi, se “Nutelleria” rimanda inevitabilmente alla Nutella, violando i diritti dell’azienda produttrice, “Nuteria”, potrebbe essere usato.

Occorre considerare, comunque, la notorietà acquisita dal marchio Nutella che, estende il suo livello di tutela.

 

Cit. Marchi e Brevetti Web